Vento di Levante 2024

Vento di Levante 2024

Per questo secondo evento della stagione abbiamo voluto tornare sull’Appennino Ligure, ma quest’anno pianificando partenza e arrivo sulla Riviera di Levante, puntando a goderci un po’ di clima primaverile ligure.
L’itinerario ha incluso una buona parte di strade mai percorse da Special Stages, oltre ad alcune già percorse ormai tanti anni fa.

IL TOUR

Il problema di pianificare la partenza e l’arrivo di un evento in Liguria è trovare una struttura con abbastanza spazio per ospitare tutte le auto che partecipano solitamente ai Nostri eventi. In quest’occasione abbiamo però trovato la Cantina Bisson, conosciuta anche come Cantina degli Abissi, famosa per la produzione dello spumante Abissi che viene fatto invecchiare sui fondali del mare di fronte a Sestri Levante.


La cantina, che si trova immersa tra vigneti che quasi fanno immaginare di essere in un luogo totalmente diverso da quello che normalmente ci si aspetta dalla Liguria, ha una struttura moderna adatta anche ad ospitare eventi, grazie -tra l’altro- all’ampio parcheggio interno.
Come sempre, dopo la registrazione di tutti i partecipanti e la gustosa colazione che comprendeva la tradizionale focaccia ligure, siamo pronti a partire per questo nuovo Tour di 180 km.

Lasciamo la Cantina Bisson per attraversare il centro di Sestri Levante e raggiungere Lavagna lungo l’Aurelia costeggiando il mare in quella che, almeno per la temperatura, non sembra una mattina di fine aprile ma più di febbraio.
A Lavagna attraversiamo il centro per dirigerci nell’entroterra lungo la SS225. La strada è piuttosto trafficata e attraversa numerosi centri abitati il che ci obbliga a mantenere un passo tranquillo, almeno fino a Cicagna dove lasciamo la strada principale in direzione del Passo della Scoglina sulla SP23.

Il percorso è molto tortuoso, una curva dentro l’altra e con un asfalto ottimo. Abbastanza larga da poter guidare in sicurezza ma con rettilinei così corti da rendere quasi impossibile sorpassare se si trovano vetture che non lasciano spazio.
Arrivati sul passo si scollina in quello che è praticamente un altopiano, con una strada veloce che corre in una vallata ampia, con il cielo che ormai, purtroppo, si è fatto nuvoloso.

Arrivati a Parazzuolo ci immettiamo sulla SS586 in direzione di Parma. Un breve trasferimento su un tratto veloce, anche qui privo di traffico, fino a Rezzoaglio dove riprendiamo a salire lungo la SS654. La strada ancora una volta è in buone condizioni, ampia e ricca di curve che sale pian piano fino a Santo Stefano d’Aveto.
Prima sosta della giornata nel piccolo centro abitato dove giungiamo intorno alle 13.00. Abbiamo la piazza riservata, in condivisione con alcune auto da rally che stanno facendo dei test su una strada vicina, proprio di fronte all’imponente facciata del Castello Malaspina.

Le previsioni qui non sono il massimo, nel pomeriggio si prevedono precipitazioni, e non solo di pioggia. Le temperature in picchiata infatti minacciano anche neve, ma per il momento il meteo resiste e, a parte qualche fine goccia d’acqua, riusciamo a goderci la pausa.

Alle 14.00 riprendiamo il Tour, direzione Passo del Tomarlo!
A eccezione di qualche curva con l’asfalto rovinato appena fuori dal centro abitato, la strada continua ad essere fantastica.

Subito dopo il valico svoltiamo per la SP81 in direzione Bedonia. Un tratto velocissimo e in discesa con qualche avvallamento a cui c’è da prestare attenzione.
La strada continua diventando più tortuosa, con qualche tratto un po’ più stretto in corrispondenza dei pochi centri abitati per i quali passiamo, come Ponteceno, Castagna e Bedonia, fino a Tarsogno, dove iniziamo la breve salita verso il Passo Centocroci in direzione di Varese Ligure.


Qui facciamo una breve sosta per raggruppare tutti i partecipanti prima di partire per l’ultima tappa di questo Tour.
A San Pietro Vara svoltiamo per la SP566 in direzione de La Spezia. Qui la tanto temuta pioggia arriva, ma per fortuna ci accompagna per pochissimi chilometri, tra l’altro in un tratto di trasferimento.
A Carrodano svoltiamo nuovamente per la SS1, l’Aurelia, che ci farà chiudere il Tour riportandoci a Sestri Levante attraverso il Passo del Bracco.


Questo tratto è stupendo, ma molto battuto soprattutto da motociclisti, e per questo infatti troviamo numerose volanti di Polizia e Carabinieri. La strada però è davvero bellissima, e ancora una volta priva di traffico. Nel cielo è anche tornato a splendere il sole, che ci riaccompagna fino al ritorno presso la Cantina Bisson.
All’arrivo parcheggiamo le auto lungo una suggestiva stradina tra i vigneti e gli ulivi per poi raggiungere il caveau della cantina, dove in una bellissima atmosfera chiudiamo questa giornata con un elegante e gustoso aperitivo.

Termina anche questo Tour con i partecipanti soddisfatti dalle bellissime strade percorse, con un tour che si è svolto in modo perfetto e senza nessun intoppo.
Come sempre ringraziamo tutti i partecipanti che hanno reso possibile questo evento e la Cantina Bisson per l’ospitalità e la qualità del servizio.

#DriveClimbFun
#SpecialStages

Clicca QUI per vedere tutte le foto dell'evento!

Clicca QUI per vedere le foto degli eventi passati.

 

Back to blog

Leave a comment

Please note, comments need to be approved before they are published.